domenica 30 aprile 2017

L'invasione


La vicenda del procuratore di Catania Carmelo Zuccaro è ormai diventata un caso esemplare. Egli ha detto, papale papale, che le ONG, che ci riempiono di clandestini, rispondono ad un disegno preordinato tendente all’invasione dell’Italia ed al dissesto della nostra economia. Apriti cielo! In Italia si era finalmente trovato un giudice disposto a dire la verità in merito, anche a costo di qualche sacrificio personale e di qualche contrasto con la marea montante dell’idiozia  e della mistificazione, e ne è venuta fuori una caciara indescrivibile. Come si è permesso questo giudice di dire la verità? Ma questo giudice lo sa o non lo sa che in Italia è vietato dire quello che si pensa e che l’unica idea consentita è quella che si adegua al PUD, il Pensiero Unico Dominante? Che venga punito, deferito al CSM, o almeno zittito, trasferito, messo nella condizione di non nuocere! Un insulto vergognoso, tipico di chi è abituato ad abbaiare in coro e che si fa forte del coro del conformismo e dell’idiozia. C’è stata qualche eccezione nella canea, come quella di Di Maio e dei 5Stelle, i quali però debbono avere l’accortezza prima di tutto di mettersi d’accordo con se stessi. Un giorno si gloriano di aver contribuito in maniera determinante all’abolizione del reato di immigrazione clandestina e il giorno dopo si lamentano del fatto che i clandestini sono troppi e che a portarceli in casa sono le ONG. O per caso si sentono ormai prossimi alla conquista del potere e, siccome si avvicinano le elezioni, hanno capito finalmente che la stragrande maggioranza degli Italiani ne hanno le scatole piene degli immigrati clandestini, a dispetto di quello che dicono Bergoglio, la Boldrini e tutti i parassiti che sul traffico dei nuovi schiavi stanno ingrassando?
D’altra parte c’è qualcosa che non quadra in tutta la vicenda e un giorno qualche storico, allorché si troverà a raccontare le vicende dei tempi nostri, dovrà pur dire qualcosa di convincente in merito, quando le passioni saranno sopite ed il naturale fluire del tempo consentirà di avere un quadro più obiettivo di quello che sta succedendo. Perché c’è qualcosa che obiettivamente non appare spiegabile. Mi sembra scontato che la stragrande maggioranza degli Italiani non ne può più di questa storia e che solo una sparuta minoranza, per di più disperatamente sulla difensiva, cerca di favorirne la prosecuzione, fino ad un’allucinata e masochistica volontà di annientamento del popolo italiano, contro il quale si ha l’impressione che essa (questa minoranza) porti avanti una sorta di guerra di sterminio non dichiarata. E’ anche vero che questa minoranza è formata da gente danarosa, che conta, che dispone dei mezzi di comunicazione, che dispone delle leve di comando, ma a tutto c’è un limite, soprattutto quando i limiti della decenza appaiono largamente superati ed attengono ormai ad una sorta di follia collettiva, che impedisce di ragionare.
Non si riesce a capire, o almeno io non riesco onestamente a capire, perché tanta gente apparentemente normale, che parla in TV, che scrive sui giornali, che “mangia e beve e dorme e veste panni”, come diceva Dante. Bene. Non riesco a capire come tutta questa gente possa dire impunemente, anzi anche con una certa altezzosità e sicumera a volte, che i clandestini sono il nostro futuro, che essi ci pagheranno le pensioni e che, siccome ci sono utili, ci tocca adeguarci al loro stile di vita, il tutto mentre il nostro governo stanzia 4,3 miliardi di Euro per mantenerli. “Non so se il riso o la pietà prevale”, diceva il grande G.L. allorché si trovava ad ascoltare i discorsi di chi era convinto del progressivo e sicuro incivilimento del genere umano.
E io non riesco a capire perché all’Italia non debba essere consentito quello che è consentito alla Germania, alla Gran Bretagna, all’Austria, a tante altre civili nazioni del mondo intero: proteggere i confini, programmare gli afflussi e, se proprio non è possibile debellare l’invasione, cercare almeno di controllarla, razionalizzarla, venirne a capo e renderla accettabile, ammesso che ormai, al punto in cui ci siamo ridotti, una cosa del genere sia ancora possibile.
O per caso gli Italiani si sono resi colpevoli di qualche crimine orrendo davanti a Dio e sono per questo obbligati alla pena, all’espiazione e all’estinzione?
Ezio Scaramuzzino

3 commenti:

  1. Gli italiani pagano perchè troppi continuano a votare per il Partito Democratico, quello che prendeva tangenti da Buzzi (c'è il video delle sue dichiarazioni in tribunale) perchè con gli immigrati guadagnava più che con la droga.
    Tutti sanno che queste ong si sono decuplicate, possiedono droni ed elicotteri, con tutto quello che costano navi, elicotteri e droni e fanno la spola in continuazione pronte come avvoltoi al limite delle acque territoriali libiche, accendono i fari non appena arriva la telefonata dagli scafisti, che evidentemente hanno i loro numeri di telefono, spengono i trasponder, e corrono verso riva ad imbarcare maschi africani grassi lucidi e ben vestiti che non vengono portati al porto più vicino, come stabilito dalle leggi del mare, ma direttamente in Sicilia o in Calabria.
    Chi può credere che queste ONG per poter lavorare non versino qualche obolo a Roma?
    Si stanno occupando di questi fatti le procure di Catania, Palermo e Reggio Calabria, ma quella di Catania si è esposta mediaticamente, come ormai sono state autorizzate a fare tutte le procure visto che i processi vengono prima dibattuti in TV e poi nelle Corti di giustizia. Questa volta però si sono infastiditi e il vice presidente del CSM ha aperto una pratica contro il Procuratore Zuccaro: evidentemente anche Mattarella, che è il Presidente, è d'accordo!
    Intanto noi dobbiamno subire aggressioni violente di questi padreterni coccolati pure dai giudici e veniamo rimproverati se ci lamentiamo dei troppi immigrati in quanto non siamo loro grati "perchè ci pagheranno le pensioni", chissà con quali soldi visto che lavorare non pensano proprio.
    Nel frattempo siamo noi che, grazie ad una brillante idea di Prodi, paghiamo le pensioni ai parenti ultrasessantacinquenni degli immigrati, pure se risiedono in Africa.
    Mi scuso per la lunghezza del commento ma su questo argomento mi scateno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. maschi africani grassi lucidi e ben vestiti
      e con smartphone di ultima generazione.

      Elimina
  2. Ben vengano, sempre, i tuoi commenti.

    RispondiElimina